5 PER MILLE


AIUTACI CON IL 5 PER MILLE


Nasce nel 2006 a titolo sperimentale, la normativa del 5x1000 che dà la possibilità al contribuente di destinare una quota pari a 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a enti non profit che rientrino nelle seguenti categorie:
a) sostegno del volontariato, delle onlus, delle associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute;
b) finanziamento della ricerca scientifica e delle università
c) finanziamento della ricerca sanitaria

CODICE FISCALE: 97894140587

5 X 1000


Le novità sul 5 per mille sono riportate nei commi da 1234 a 1237 della legge finanziaria per il 2007. Queste sono le novità introdotte:
- Sono stati esclusi i comuni di residenza dei contribuenti dai beneficiari;
- Sono state escluse le fondazioni che, senza scopo di lucro, operano in via esclusiva o prevalente nei settori di cui all’articolo 10, comma 1, lettera a), del d.lgs. 460/97, secondo le modalità indicate nel medesimo decreto legislativo;
- Si stabilisce quindi che che lo 0,5% del totale determinato dalle scelte dei contribuenti è destinato a finanziare l’Agenzia per le O.n.l.u.s. e alle organizzazioni nazionali rappresentative delle Onlus, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’articolo 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo dicembre 1997, n. 460, riconosciute come “parti sociali” e che saranno individuate attraverso un decreto non regolamentare del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della solidarietà sociale e del Ministro dell’economia e delle finanze.

>In base alla nuova formulazione del cinque per mille questi sono i destinatari:
- O.n.l.u.s., associazioni di promozione sociale (legge 383/2000) iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali e le associazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, comma 1, lettera a), d.lgs. 460/97;
- enti della ricerca scientifica e dell’università;
- finanziamento agli enti della ricerca sanitaria.


Le associazioni sportive dilettantistiche potranno beneficiare del 5 per mille , ma solo quelle che svolgono la loro attività in qualità di Onlus. Per quanto riguarda le modalità di iscrizione all'albo degli aventi diritto del 2007 siamo in attesa di conoscere l'apposito decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che su proposta del Ministro della Solidarietà Sociale, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, detterà le linee guida su come verranno individuati i soggetti e le modalità di riparto delle somme relative al cinque per mille.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito dell'Agenzia delle Entrate, clicca qui.